Chirurgia Orale e Maxillo-facciale

http://studiopiersanti.it/wp-content/uploads/2016/08/MG_9929-Modifica-2-Modifica-2.jpg
http://studiopiersanti.it/wp-content/uploads/2016/08/MG_9825-Modifica-2.jpg
http://studiopiersanti.it/wp-content/uploads/2016/08/MG_9808-2-2.jpg
http://studiopiersanti.it/wp-content/uploads/2016/08/MG_9793.jpg

Ci vogliono 72 muscoli per fare il broncio ma solo 12 per sorridere
(Mordecai Richler)

Adiacente allo Studio Odontoiatrico, nella primavera del 2016 ha visto la luce lo Studio Chirurgico Orale e Maxillo-Facciale dove è possibile eseguire prestazioni chirurgiche in Anestesia locale e in sedazione con l’assistenza di un Medico Anestesista

La Chirurgia Orale e Maxillo-Facciale si occupa della diagnosi e relativo trattamento delle patologie che coinvolgono i tessuti molli e duri della cavità orale oltre che del volto e delle varie problematiche chirurgiche legate agli elementi dentali.

La Chirurgia Preprotesica è quella branca della Chirurgia Maxillo-Facciale che interviene laddove non vi sia tessuto osseo a sufficienza per posizionare gli impianti, questo può accadere dopo estrazioni o perdita di elementi dentali patologici o per cause traumatiche. In questi casi al fine di poter riabilitare il Paziente con una protesi supportata da impianti, sarà necessario ricorrere ad un intervento di incremento dell’osso. L’aumento dell’osso potrà avvenire contestualmente al posizionamento implantare o in una fase precedente.

L’Implantologia si occupa del pieno recupero della funzionalità della bocca, mediante la sostituzione degli elementi dentali persi con impianti endossei in titanio. Tali strutture, possono sostituire i denti mancanti e permettere al Protesista Curante il confezionamento della protesi, ripristinando così la corretta masticazione, l’armonia estetica del sorriso e l’equilibrio naturale della bocca.

 

Il Dott. Luigi Piersanti e gli altri Collaboratori dello Studio Chirurgico Orale e Maxillo-Facciale con l’aiuto di apparecchi radiografici digitali e delle più moderne attrezzature chirurgiche saranno in grado di eseguire interventi per:

  • Estrarre denti in parziale o totale inclusione ossea o mucosa che determinano problematiche ricorrenti (disodontiasi), solitamente denti del giudizio o canini
  • Estrarre denti del giudizio, germi o altri denti non affetti da patologie in casi in cui l’estrazione sia propedeutica ad una terapia ortodontica di allineamento delle arcate.
  • Asportare neoformazioni cistiche o granulomatose con o senza apicectomia, cioè la rimozione chirurgica dell’apice della radice di un dente
  • Rimuovere impianti fratturati o affetti da patologie che ne compromettono l’utilizzo
  • Eseguire biopsie dei tessuti molli o dell’osso
  • Asportare lesioni benigne o maligne dell’osso o dei tessuti molli
  • Eseguire plastica di frenuli patologici
  • Rimuovere calcoli salivari
  • Incrementare la quantità ossea (rialzo di seno mascellare, innesti a blocco, innesti tipo inlay o innesti di osso particolato)
  • Posizionare impianti in titanio per sostituire con l’aiuto del protesista denti mancanti